Massaggio Emolinfatico

Cos’é?

Il massaggio emolinfatico viene utilizzato per stimolare la circolazione sanguigna e linfatica.

Quali sono i benefici?

Le manovre:

  • favoriscono il reflusso dei liquidi interstiziali del microcircolo veno-linfatico;
  • agevolano il drenaggio e la conseguente eliminazione delle scorie metaboliche;
  • prevengono i normali processi di invecchiamento cutaneo (“senescenza”);
  • intervengono sulla formazione degli inestetismi causati dalla ritenzione idrica.

Quando farlo?

Il massaggio emolinfatico è indicato nei seguenti casi:

  • edema;
  • cellulite (Pefs);
  • circolazione lenta;
  • capillari evidenti;
  • linfedema;
  • accumuli adiposi;
  • gambe pesanti;
  • pelle asfittica (“poco ossigenata”);
  • colite;
  • stipsi;
  • atonia e lassità cutanea;
  • gravidanza.

Quando è sconsigliato?

Il massaggio emolinfatico è controindicato:

  • nei primi tre mesi di gravidanza;
  • in presenza di tumori e patologie infettive della pelle e dei tessuti.

   Patrizia Gatta
Estetista Specializzata